Cosa fa l’IMPLEMENTATORE del marketing e come scegliere quello giusto.

Coloro che si occupano della marketing automation adottano la tecnologia utile per automatizzare processi e azioni di marketing digitale, prefiggendosi lo scopo di ridurre il lavoro manuale, attraverso la sua implementazione strategica per aumentare l’efficienza delle azioni.

L’automazione del marketing consiste in una comunicazione automatizzata che mira a trasformare una vendita, vista come qualcosa di negativo, in un acquisto positivo (vedi intervista ANSA dedicata a questo argomento), passando attraverso la rieducazione del pubblico targettizzato. Le azioni che vengono compiute nell’ambito del marketing si possono automatizzare facendo un’elaborata e dettagliata selezione del cliente ideale, per istruirlo fino a portarlo a fare la scelta giusta, cioè quella che tu vuoi che faccia.

Quando parliamo di strategia intendiamo l’individuazione degli obiettivi di un’impresa nel lungo periodo (non basta la strategia, vedi articolo dedicato su Adnkronos), l’allocazione delle risorse e lo sviluppo di tutte le attività fondamentali per raggiungere i risultati che sono stati programmati.

Parliamo di implementazione del marketing per intendere l’attuazione delle strategie e affinché questa possa essere fatta, è indispensabile conoscere approfonditamente sia l’impresa, sia il progetto imprenditoriale. In mancanza di suddette competenze si rischia di cadere nell’astrattezza, ad esempio puntando ad obiettivi irraggiungibili o cercando di applicare tattiche errate che non porteranno ad alcun risultato.

Chi è l’implementatore nel marketing

La figura dell’implementatore è ancora poco nota in Italia, a differenza di quanto avviene in tanti altri Paesi nei quali è diventata fondamentale già da diverso tempo, venendo utilizzata ogni qualvolta sia necessario intraprendere un cambiamento operativo.

Le aziende italiane stanno iniziando a comprendere il ruolo strategico della marketing automation, stanno intuendo l’importanza, le qualità e i risultati che possono essere ottenuti attraverso il suo utilizzo. Il problema è che spesso non si hanno le competenze sufficienti per applicarla correttamente alla propria attività: saperlo fare è il compito di un professionista, detto implementatore.

L’implementatore nel marketing è un esperto che possiede i mezzi e le competenze per analizzare e rendere operativo, in modo approfondito e dettagliato, il programma imprenditoriale ed è colui che conosce bene la struttura aziendale, la quale è il veicolo per realizzare il progetto attraverso l’introduzione del giusto software per automatizzare le operazioni ripetitive.

All’interno di un contesto aziendale, l’implementatore del marketing che lavora in modo globale, includendo diverse unità, avrà certamente un compito impegnativo. Il successo è garantito dall’uso del digitale e dall’adozione di strategie che avvantaggeranno l’azienda rispetto alla concorrenza che non avrà adottato la stessa politica di marketing automatizzato.

Come già accennato, in Italia capita che un imprenditore acquisti un CRM o autorisponditore, non lo sappia usare e di conseguenza, applicandolo erroneamente non ottenga alcun risultato. Il meccanismo è facile da avviare, ma attuarlo efficacemente, senza un implementatore competente, è un altro paio di maniche. L’utilizzo nonostante la mancanza di conoscenze adeguate dello strumento, corrisponde alla situazione di colui che vuole pilotare un aereo senza aver mai conseguito il brevetto o peggio aver studiato solo la teoria senza mai aver fatto ore di volo affiancato da un esperto.

Cosa fa l’implementatore

L’implementatore ha una conoscenza approfondita dei software di marketing automation, conosce le strategie di mercato da usare ed ottiene risultati efficaci nel campo digitale, ma non solo.

Il CRM, ovvero il Customer Relationship Management, è una strategia utile per gestire i rapporti di un’azienda e si occupa di tutte le interazioni che essa ha con i clienti potenziali ed effettivi.

Un Software CRM è uno strumento usato per la gestione dei contatti, delle vendite o della produttività ed aiuta le aziende a mantenere i contatti con i clienti, a facilitare i processi e a migliorare la redditività.

Il CRM da solo però non basta per raggiungere gli obiettivi; esso è una sorta di cassaforte dei dati, che però vanno fatti girare. L’implementatore sarà il manager che prima raccoglierà e analizzerà gli interessi delle persone e, al momento opportuno, invierà loro delle comunicazioni mirate, usando il giusto linguaggio. Sarà a questo punto che, usando un‘applicazione come Infusionsoft by Keap, si veicoleranno i contenuti; una volta acquisite le informazioni, l’implementatore ne elaborerà un campione per captare i nuovi clienti tra i soggetti che sono stati catalogati.

Le e-mail che verranno inviate ai potenziali clienti saranno mirate, facendo sentire ognuno di essi tenuto nella giusta considerazione, come se lo si conoscesse personalmente, grazie a una strutturata calibrazione al target. La calibrazione è imprescindibile, soprattutto per piccole e medie imprese, le quali dovranno concentrare le risorse puntando esclusivamente a quei contatti che daranno un feedback positivo.

La figura dell’implementatore è essenziale per ottenere risultati efficaci, per evitare che vengano messe in atto strategie sterili, per non rischiare di avere un CRM fermo che non si integri alle azioni di marketing e per essere certi di possedere un buon posizionamento web prima di avviare qualsiasi strategia di marketing automation.

Quando dovrai delineare il tuo brand farai un passo fondamentale, giacché possedere un marchio non corrisponde solamente ad avere un nome: essere padrone di un brand è importante, poiché il cliente lo assocerà alla tua azienda, altrimenti non avrà alcunché a cui associarti.

Attraverso un’analisi avrai i mezzi per comprendere come viene percepita la tua attività da fuori. Analizzerai siti e strategie dei concorrenti per capire cosa assorbire e su quali tue caratteristiche dovrai invece puntare.

Dovrai analizzare i contenuti del tuo sito: è importante capire di quali informazioni ha bisogno il tuo pubblico, devi dirgli di cosa si occupa l’azienda, quali prodotti tratti o quali servizi offri, e fornirai le tue informazioni di contatto. Per attuare una comunicazione corretta e efficace è necessario usare il linguaggio adatto a quel target specifico che vuoi attirare.

Dovrai inoltre sviluppare una strategia di marketing globale. Dopo che l’azienda sarà indicizzata sui motori di ricerca e avrà ottenuto buoni risultati di esperienza utente, occorrerà progettare un’efficace strategia di marketing, per consentire una crescita costante. La migliore strategia è sempre quella di moderare la spesa ottenendo i migliori risultati e potrai farlo grazie ai contenuti online: i motori di ricerca danno enorme valore ad essi, attraverso gli algoritmi di classificazione. Scalerai queste classifiche quando dimostrerai di saper risolvere i problemi dei clienti, dando loro una ragione per tornare da te.

Alcuni metodi per ottenere celeri feedback di traffico online sono, ad esempio, le campagne a pagamento, o i pay per click; bisogna distinguere tuttavia la visibilità acquisita dall’effettivo guadagno, poiché non è detto che le due cose vadano di pari passo.

L’implementatore progetterà una strategia di marketing: sarà lui a sapere quali sono le iniziative idonee per sfruttare i profili social e la community dei visitatori collegata o creare qualche nuova fonte di traffico più idonea al tipo di obiettivo.

Altra strategia di implementazione marketing sarà quella fornita dall’utilizzo dell’e-mail marketing; con questo mezzo si possono inviare video, link, immagini e messaggi di testo. Le e-mail non sono utili per acquisire clienti, mentre se sono di qualità, sono molto potenti durante la fidelizzazione e per far tornare i clienti. Quando parliamo di qualità intendiamo contenuti che interessino ai clienti; cosa preferirebbero? Un video di promozione aziendale? Uno sconto? Un coupon? L’implementatore conoscerà le strategie di marketing da applicare alle varie fattispecie.

Come scegliere l’implementatore giusto

L’implementatore giusto è colui che ti guiderà nel farti riconoscere il tuo pubblico e monetizzarlo con la giusta strategia. La marketing automation è utile per attuare operazioni automatiche di test e analisi partendo dagli attuali clienti già presenti tra i tuoi contatti.

Una volta fatto un profilo del cliente ideale, ovvero dopo aver creato una buyer persona, sarà possibile riconoscerlo tra i nuovi contatti che arriveranno, trovare i contenuti mirati e il linguaggio specifico da usare con lui.

Il giusto implementatore ti permetterà di conoscere il cliente ideale in modo più approfondito, evitandoti di sparare nel mucchio, facendoti risparmiare soldi e tempo e aiutandoti a individuare il linguaggio perfetto per portarlo a te e per convertirlo in cliente effettivo.

Le persone che leggono o ascoltano le tue parole devono potersi sentire come se ti stessi rivolgendo a loro e devono avvertire la sensazione che tu stia trovando una soluzione ai loro problemi.

L’implementatore che applica la marketing automation correttamente, ribalterà una vendita percepita come spesa negativa in un acquisto positivo, finché sarà il cliente stesso a sceglierti.

Guarda la video intervista realizzata dal Corriere dell’Economia durante l’estatate del 2020, troverai degli spunti per affrontare anche un momento di crisi come è stato fatto da diversi piccoli imprenditori  durante la pandemia.

Ora che siamo giunti alla fine di questo articolo, puoi fissare una consulenza gratuita per confrontarti e valutare quali potrebbero essere le strategie da implementare più adatte alla tua attività.

Clicca il pulsante qui sotto e scopri di più!